Pizzeria "Salvo – Francesco & Salvatore "

Pizzeria “Salvo – Francesco & Salvatore “
Largo Arso 10-16 San Giorgio A Cremano (Na)
081275306 – Chiusi la domenica

Quando sono andato dai Fratelli Salvo a San Giorgio, sapevo di andare a colpo sicuro, ma le previsioni hanno superato ogni più rosea aspettativa. La motivazione? Pizze fantastiche e sopratutto una mentalità imprenditoriale assolutamente vincente, che portano Francesco e Salvatore nel gotha delle pizzerie della Campania.
Figli d’arte, hanno ereditato il mestiere e la passione dal padre che già nel 68 aveva una pizzeria a Portici poi spostata nel 2006 a San Giorgio e da poco rimodernata, in un ambiente caldo e giovanile, ma elegante al contempo.

Maestri dell’impasto, danno particolare attenzione alla lievitazione, all’idratazione e al mix di farine da utilizzare. Il risultato? Una pizza soffice, morbida al centro, ben stesa, ottima alveolatura del cornicione e alta digeribilità.
 A tutto questo va aggiunto che Francesco e Salvatore hanno scelto di utilizzare prodotti rigorosamente biologici e dop, tra cui molti presidi slowfood. Si va dai latticini “Bellopede & Golino” e “Borlotti” ai pomodori Danicoop e Casa Barone, Olio EVO di diversi oleifici, salumi  Cardone e Branchi e Prodotti agricoli stagionali del mio concittadino bruscianese Vincenzo Egizio.

Il menù presenta una vasta scelta di pizze, dalle classiche a quelle più innovative oltre a pizze stagionali, con prodotti che variano di volta in volta.
Oltre a ciò da pochissimo i fratelli Salvo hanno ampliato la loro carta di vini e birre artigianali, con tantissimi prodotti di alta qualità, ma a prezzi contenuti, nonostante l’elevato standard qualitativo.

Pizzaioli al lavoro
Cotto e Funghi Cardoncelli

Cosacca

Essendo in quattro, abbiamo potuto gustare diverse pizze: Margherita del Vesuvio ( Pomodori del piennolo e Mozzarella di Bufala, olio evo rigorosamente Dop); la profumatissima “Cosacca” ( con Pomodori di Corbara, Pecorino Bagnolese e olio evo); una Pancetta e Carciofi ( Con Carciofi di Paestum e Pancetta di Maiale Nero casertano) e una eccellente Prosciuto e Funghi ( con Cotto “Branchi anni 60″ e funghi cardoncelli trifolati” , che rientra tra le 5 pizze più buone mangiate dal sottoscritto.

Margherita del Vesuvio
Pancetta e Carciofi

La serata si è conclusa con delle ottime zeppoline, accompagnate da un bicchiere di Moscato, Nocillo de I Curti e un Amaro alle Erbe.

Alla fine di questa esperienza posso tranquillamente dire che consiglio a tutti di provare la pizza di Francesco & Salvatore Salvo… non ve ne pentirete assolutamente!!!

Ps: il servizio, nonostante l’alto numero di persone è stato rapidissimo… complimenti!


Annunci

"HACCADEMIA" LOUNGE PIZZA WINE

“HACCADEMIA” LOUNGE PIZZA WINE
Via Panoramica n°880040 Terzigno – 
338 743 8572 http://www.haccademia.org


Per Aniello Falanga la pizza è qualcosa di insito nel dna. Già nel 1988 aprì la sua prima pizzeria a Pompei che gli permise di farsi conoscere a livello nazionale, tanto da partecipare a diversi concorsi, conseguendo il titolo di “Campione Nazionale di Pizza di Qualità”, affermandosi poi in Europa con il Campionato Europeo, per diventare, nel 2004, “Campione Mondiale di Pizza Classica”. I passi successivi sono stati New York e la conquista dell’American Plate. Aniello è inoltre Consigliere e Promotore della Pizza Napoletana (Disciplinare di Autenticità) a Napoli, nonché Chef Pizzaiolo Manager al servizio delle aziende che vogliono avviarsi, creare e migliorare il proprio successo, mettendo a frutto l’esperienza maturata curando lo startup e lo sviluppo di moltissime attività di settore, sia a livello nazionale sia internazionale, oltre ad essere insegnante per l’Accademia Pizzaioli.
“Haccademia” è la sua nuova creatura. Il locale , situato alle falde del Vesuvio,  è davvero molto bello, giovanile ed elegante allo stesso tempo, ed oltre a proporre pizze è anche ristorante di alto livello, con ampia scelta di piatti e vini selezionati.
Aniello, oltre ad intrattenere amichevolmente i clienti, cura con precisione e passione ogni momento della preparazione e cura con meticolosità l’impasto, che da vita ad una pizza morbida e leggera. 
Il menù presenta oltre alla pizze della tradizione campana, anche pizze più “gourmet” ed elaborate, il tutto utilizzando prodotti di alta qualità: farine Caputo,  pomodoro “Gustarosso”, Fiordilatte di Tramonti, Alici di Menaica e Cetara… e chi più ne ha più ne metta.
Tra le tante proposte abbiamo optato, precedute ottimi aantipasti (Montanare ed Amorini al San Marzano)  per una marinara con Alici di Menaica, una pizza con  fiordilatte, prosciutto cotto, porcini e salsiccia; una con  
bufala, San Daniele e lime;   ed una fantasia dello chef con provola, cicoli, pancetta e una mousse di bufala e nocciola… Tutte davvero ottime!
Montanare con Fiordilatte di Tramonti
Amorini con SanMarzano
Marinara con Alici di Menaica
Pizza Rubiera
Pizza “Reale” con Cotto, Fiordilatte, Porcini e Salsiccia
Fantasia della Chef con Cicoli, Pancetta e Crema di Bufala aromatizzata alla nocciola
La serata si è conclusa alla grande con un ottimo dessert: un cannolo (rigorosamente artigianale) scomposto in tazza… squisito! 
Cannolo Scomposto
Detto questo, vi consiglio vivamente di andare a trovare Aniello  Falanga alla sua Haccademia!