SoloPizza Via Manzoni – di Gaetano Genovesi

SoloPizza Via Manzoni – di Gaetano Genovesi
Via Manzoni 26 – Napoli
0817146634

Gaetano Genovesi rispecchia perfettamente lo spirito del pizzaiolo napoletano: faccia da scugnizzo, figlio d’arte e tanto amore per la sua professione.

Dopo una lunga gavetta seguendo suo padre, Gaetano nel 1992 ha rilevato il marchio di Solopizza e ha cominciato la sua attività in proprio, coadiuvato dalla compagna e dal figlio.

Va detto, inoltre, che la sua pizzeria è stata una delle prime ad essere associata all’Associazione Verace Pizza Napoletana (n. 12) e alla Pizza Italian Academy, di cui Gaetano è anche istruttore ( e tanti dei suoi allievi hanno avuto successo in altre pizzerie campane).

Un ambiente accogliente, “genuino”, in cui ci si sente a proprio agio grazie alla simpatia di Gaetano e del suo staff.

Le pizze spaziano dalle classiche napoletane ad altre in cui si presenta maggiormente l’estro di Gaetano, come la “Donna Carmela” -con il cornicione ripieno di ricotta di bufala e l’impasto condito con pomodorini del piennolo e mozzarella di bufala dop – la “Gaetano” – focaccia con pomodori datterini, bufala e crudo di Parma – e la Cynar – con carciofini, provola e prosciutto cotto.

Io ho optato per una pizza classica, ma con un tocco di originalità di Gaetano, ovvero una margherita con Bufala e pomodorini gialli del vesuvio, con all’uscita una spruzzata di pecorino e olio evo del cilento… 

Davvero saporita,profumata e soprattutto leggera e digeribile, caratteristica dovuta alla lunga levitazione dell’impasto ( almeno 12 ore) che Gaetano prepara con farina blu Caputo, lievito di birra e pasta di riporto.

Ottima la caramellizzazione e la morbidezza dell’impasto, e ben alveolato il cornicione.

Da notare che la pizza risulta più grande rispetto alle altre pizze “vomeresi” e cosa altrettanto importante i prezzi sono più che accessibili, se si considerano i prodotti utilizzati.

Insomma posso ritenermi più che soddisfatto dalla pizza di Gaetano Genovesi e vi invito tutti ad andarlo a trovare alla sua bella pizzeria!!!

Annunci

Eccellenze Campane – O’ Pizzaiuolo – di Guglielmo Vuolo

Eccellenze Campane – O’ Pizzaioulo – di Guglielmo Vuolo
Via Brin 69 Napoli
081 563 6303

Gugliemo Vuolo, insieme a Enzo Coccia e Franco Pepe, rappresenta uno dei pilastri della pizza napoletana, che pur appertenendo alla “vecchia” scuola, ha saputo innovare e rilanciare il significato dell’impasto e della lievitazione.

Figlio d’arte, dopo una lunga militanza nelle pizzerie di famiglia a Napoli,  si è spostato a Casalnuovo di Napoli nella pizzeria che gestisce con i figli e di cui vi ho già parlato tempo fa (qui – pizzeria Vuolo ), per poi essere scelto da Pasquale Buonomo, patron di Eccellenze Campane, come pizzaiolo ufficiale della immensa struttura di via Brin.

Il segreto di Guglielmo, come detto prima è senza dubbio l’impasto, che segue con cura dandogli una lunga levitazione ( di ALMENO 12 ore, sino a sfiorare le 20 ore) che porta, come risultato finale ad una pizza morbida e leggerissima.

Oltre a ciò Guglielmo sceglie con attenzione e metodo i prodotti per le pizze: dai pomodori del piennolo del vesuvio ai “Ciurilli” di zucca, dalla mozzarella di bufala dop all’olio extravergine.

Avendo provato a Casalnuovo delle pizze più particolari, ho deciso di provare il cavallo di battaglia di Guglielmo, ovvero la margherita, che ho scelto nella variante con mozzarella di bufala.

Una sola parola: SPLENDIDA, mai mangiata, finora, una margherita così delicata e con i sapori del pomodoro e della bufala che si sposano alla perfezione. Se si aggiunge una lievitazione perfetta, come dimostrato dal cornicione perfettamente areato.

Un risultato dovuto al grande lavoro e alla passione che Guglielmo mette in ogni suo gesto e che lo ha portato nell’Olimpo dei maestri pizzaioli di Napoli.

Da provare e riprovare! Grande Guglielmo!

Pizza Festival 2014 – Pizzeria Carmnella – serata slowfood – 29 maggio 2014

Pizza Festival 2014 – Pizzeria Carmnella – serata slowfood – 29 maggio 2014

Vincenzo Esposito della pizzeria Carmnella ( di cui vi ho parlato QUI – Pizzeria Carmnella) oltre ad essere un eccellente pizzaiolo è sempre stato attento alla valorizzazione di prodotti della nostra terra.

Già in passato ha presentato pizze innovative come quella con la pasta e fagioli e quella con il baccalà. Stavolta in occasione del Pizza Festival, organizzato dall’ Associazione Verace Pizza Napoletana per il suo trentennale, ha deciso di valorizzare la “pappacella napoletana”, un presidio slowfood dell’ Agro Nolano, fornite per l’occasione dal produttore bruscianese Vincenzo Egizio.

La pappacella (chiamata così dal nome della famiglia Papaccio di Brusciano, paese di origine del prodotto), è una tipologia di peperone tipicamente napoletana, piccolo e costoluto, dal sapore dolce e intenso, ideale per essere conservato sia sottolio che sottaceto, e da qualche anno è stata dichiarata presidio slowfood.

La pizza con la pappacella era stata già in passato proposta da Vincenzo ( e subito riproposta in seguito da altri suoi colleghi), ma stavolta Vincenzo la propone in tre varianti per gustarla al meglio.

Ecco così preceduta da ottime fritturine una pizza con Pappacelle e pomodori del piennolo, una con pappacella e salame ed una con pappacella e salsiccia.

Tre creazioni che dimostrano quanto Vincenzo Esposito sia un pizzaiolo capace di spaziare dalla tradizione all’innovazione e che merita il successo che sta riscuotendo! Bravo Vincenzo e …. W la Pizzeria Carmnella!