Ristorante – Pizzeria "Falernum"

Ristorante – Pizzeria “Falernum”
Via Trieste, 18, Pomigliano d’Arco NA
081 803 5117

Noto con piacere che anche in provincia molti giovani pizzaioli stanno cominciando a proporre un prodotto di ottima qualità, adatto a soddisfare una platea di clienti ormai sempre più esigenti.

Uno di questi casi lo troviamo al Falernum di Pomigliano D’Arco, dove il giovane Angelo Mazzacane, che dopo una lunga gavetta al forno in alcuni locali di parenti ed una esperienza in Riviera Romagnola come pizzaiolo, ha deciso di realizzare il suo sogno e di aprire un locale suo, insieme al fratello Vito, che si occupa, con ottimi risultati direi, della cucina. 

Il locale è moderno e giovanile e ben si adatta bene anche per pranzi e  cene di qualità

Devo dire che , da quanto visto, la scelta di Angelo può risultare davvero vincente. 

Farina di grano tenero macinata a pietra, lunghi tempi di lievitazione ed idratazione e, soprattutto l’uso di prodotti di altissima qualità fanno si che la pizza di Angelo Mazzacane risulti davvero eccellente. Morbida, digeribile e gustosa, con una bella caramellizzazione ed una buona alveolatura del cornicione.

Ottima la scelta delle pizze, tutte farcite con prodotti selezionati.

Davvero notevoli la Margherita Dop con pomodoro di Corbara , la “Paesana” con Friarielli e Salsiccia, la “Ariccia” con porchetta, provola dop e patate al forno e la “Oro di Napoli” con pomodoro “a pacchetelle” del vesuvio ed un delicato prosciutto di cinghiale.

Buona le scelta della cucina fra mari e monti ed ottimi gli antipasti del giorno, preparati con fantasia dallo chef Vito. 

Chicca finale… il soufflé di pastiera al bicchiere… una prelibatezza! 

Insomma…. una piacevole sorpresa che merita assolutamente un vostra – ed anche io ci tornerò – visita! Bravi, Angelo e Vito!! 

Annunci

PizzAria "La Notizia" di Enzo Coccia

Pizzaria “La Notizia”
Via Michelangelo da Caravaggio, 53-55
Napoli



Dagli occhi di una persona si leggono tante cose…
E negli occhi (ed anche nel suo radioso sorriso) di Enzo Coccia si legge un grandissimo amore per il suo lavoro.



Ad Enzo, titolare delle due sedi de “La Notizia”, va dato l’indiscusso merito di aver portato tra i primi la pizza napoletana a livelli di eccellenza, che la hanno trasformata da piatto “povero” ad una pietanza di qualità, ma sempre alla portata di tutti.

Classe 1962, comincia la sua avventura aiutando la famiglia nella pizzeria “Fortuna” nel quartiere della “Duchesca”, fino al 1994 quando apre la sua prima – storica- “pizzAria” (sì, proprio con la A, alla maniera antica) al Vomero, per poi bissare nel 2010 con la seconda, dedicata alle sue sperimentazioni gourmet.



Enzo è stato tra i promotori del disciplinare e si deve anche a lui se la pizza oggi ha avuto il marchio Stg.

Enzo avrebbe quindi ben donde di sentirsi come tanti chef e colleghi: arrivati, mediaticamente notori…. Invece la sua umiltà è tale da renderlo capace di emozionarsi ancora al contatto col cliente. 



La filosofia culinaria di Enzo gioca tutta sull’uso di prodotti di primissima qualità, che rendono la sua pizza, basata su impasto eccezionale per leggerezza e digeribilità.



Nella bella serata trascorsa da Enzo, [dopo un incontro nientepocodimeno che con il sommo chef Massimo Bottura] in compagnia dell’”avvocato gourmet” Sergio Sbarra, ho potuto provare il meglio della sua produzione. Due classici: una marinara con filetto di san marzano, origano, acciughe, olive nere e una margherita dop.
Poi tre  prelibatezze “gourmet” un calzone con provola e soffritto, una pizza bianca con prosciutto cotto e tartufo ed, infine, il suo recente capolavoro, una pizza con prosciutto cotto di Paolo Parisi, rucola ed  olio al peperoncino sferificato… Insomma un compendio di sapori, in cui classico e moderno si intrecciano alla perfezione.

Sono stato davvero entusiasta di questa serata ed invito TUTTI, ma proprio tutti a provare i capolavori di Enzo coccia… 
Io già mi prenoto per una nuova serata, caro Enzo!