Canapa e grano arso: si parla di farine alternative alla Pizzeria Gorizia con il Molino Polselli

Innovazione e tradizione alla Pizzeria Gorizia con il Molino Polselli
Pizzeria Gorizia
Via Gianlorenzo Bernini 29/31. 80129 Napoli, 
Tel:081 5782248

Chiusura del ciclo di incontri organizzato dal Molino Polselli in collaborazione con l’Associazione Verace Pizza Napoletana. la serata del 13 luglio presso la storica pizzeria Gorizia di via Bernini, che il prossimo anno compirà 100 anni.
All’incontro, moderato dall’attivissima giornalista Antonella D’Avanzo hanno partecipato il prof. Giuseppe Sorrentino, ricercatore del CNR, che ha parlato delle proprietà nutritive delle farine alternative come quella di canapa e grano arso e la nutrizionista Francesca Marino, che ha spiegato come una dieta possa benissimo essere integrata con una pizza napoletana.

Alta la presenza di blogger ed esperti del settore a cui sono state presentate tre pizze ideate dal patron della pizzeria Antonio Salvatore Grasso.

Una margherita dop con aggiunta di provolone del monaco

Una pizza fritta fatta con farina di canapa ripiena di provola e friarielli piccanti

E per concudere una pizza con farina di grano arso, condita con un sugo con baccalà alla napoletana

Insomma una degna chiusura che ha dimostrato come l’innovazione possa permettere ai pizzaioli di realizzare ottimi prodotti, senza andare a scarico della tradizione partenopea dell’arte della pizza.

Complimenti allora al Molino Polselli per aver ideato questo ciclo di incontri e all’Avpn per aver “sposato” questo progetto…

Alle prossime iniziative!

Annunci

Ciao mondo!!

Questo è il tuo primo articolo. Fai clic sul link Modifica per modificarlo o eliminarlo, oppure inizia un nuovo articolo. Se desideri, usa questo articolo per dire ai lettori quando hai iniziato questo blog e cosa intendi farne.

Buon lavoro!

Caputo Napoli Pizza Village

La pizzeria più grande del mondo. Ecco come è stato definito il “Caputo Napoli Pizza Village”, la manifestazione che – nonostante l’allarme di un quasi forfait dovuto ad un incremento della tassa di occupazione del suolo pubblico – dal 1 al 6 settembre 2015, nella splendida cornice del lungomare Caracciolo, vedrà la presenza di 50 pizzerie provenienti da Napoli e provincia e che darà modo ai pizzaioli – volti noti, giovani talenti ed esordienti assoluti – di farsi strada nel mondo della pizza.
Oltre agli stand dove degustare la pizza, presenti lo “stadio della pizza” dove si è svolto il trofeo Caputo – vinto quest’anno dalla brava Teresa Iorio, storica pizzaiola dell’omonima pizzeria – lo stand dove si svolgono le lezioni di pizza – organizzate dallo staff di “Rossopomodoro” ed il palco dove si tengono gli spettacoli serali. 
Questo l’elenco delle 50 pizzerie
Dal Presidente
La Cantina dei Mille
Fresco
Lampo 2 by Porzio
Fratelli La Bufala
Sorbillo
Palazzo Petrucci
Pizze e Pizze
Da Michele Condurro
Mozzarella e Basilico
Napul’e’
Zi Teresa
Olio e Pomodoro Doc
Santa Maria in Portico
Ermenegildo
Franco
Piccantino
Le Figlie di Iorio
Pala Pizza
San Gennaro
Brandi
I Decumani
Diaz
Trianon
Add’e’ Guagliun
Pummaro’
A Figlia do’ Marenaro
Cruise
Toto Sapore
Vesi
Napoli 1820
Donna Sophia
Pellone
Peppe A’ Quaglia
F.lli Cuorvo
Giuseppone a Mare
Giuliano
O’ Sarracin
Da Gennaro a Bagnoli
Lucignolo Belle Pizza
Il Figlio del Presidente
Pizza A Metro
Borgo Antico
900
Le Parùle
Vincenzo Costa
Pizzeria del Popolo
Ke Vuo’
Ricci (pizza senza glutine).
Una esperienza che consiglio a tutti di provare, anche per provare le pizze delle nuove leve che si stanno affermando nel mondo della pizza, sempre in continua evoluzione!

Godetevi le foto e fatevi un giro al Pizza Village!