Pizzeria "L’Antico Palazzo"

Pizzeria Antico Palazzo
Via San Donato 61
Orta di Atella (Ce)
81030

Fa piacere vedere come anche in piccole città dell’hinterland campano vada affermandosi nei giovani la cultura del buon cibo. Orta di Atella, cittadina ricca di storia e tradizioni al confine tra le province di Napoli e Caserta, è una di queste.

Ubicata nel centro storico del paese, all’interno di un antico palazzo (da cui il nome) nobiliare si trova la pizzeria “Antico Palazzo” gestita Stefano Caiazza, che da poco più di un anno ha preso in mano il locale e, con impegno e sacrifici, ne sta facendo un locale dove poter gustare una buona pizza farcita con prodotti di qualità garantita.


Il locale presenta una saletta interna ed un vasto cortile che, con la bella stagione aumenta di parecchio il numero dei posti a disposizione.
Va segnalato, inoltre che la è da poco entrato nella categoria dei “locali amici” di Slowfood, a conferma della bontà delle materie prime utilizzate: dalla mozzarella di bufala, al fiordilatte di Agerola, ai pomodori SanMarzano, ai datterini gialli e rossi, a prodotti come il capicollo e la burrata pugliese.



Stefano ed il suo assistente Alessandro sono alla continua ricerca di prodotti di eccellenza e sperimentano con la farina per offrire ai loro clienti la migliore pizza possibile e presto sarà realizzato un nuovo menù con numerose pizze con presidi slowfood.










Impasto soffice e digeribile, realizzato con farine Caputo ( ed a breve sarà possibile gustare anche quello realizzato con la “Ricca” ) e prodotti di qualità: insomma c’è solo da andare a provare la pizza dell’ Antico Palazzo e di Stefano Caiazza, aspettando di conoscere le novità che stanno ideando per voi… Non ne rimarrete delusi!

(La Margherita fotografata nella recensione è stata realizzata dal maestro Ivan Di Leva)

Enrico Di Roberti

Annunci

Spicchi…. d’autunno da Spicchi d’Autore

Spicchi D’Autore
Via Gino Doria 81/83
Napoli – 0815560892

L’autunno nel menù: ecco la novità proposta, e presentata alla stampa dalla giornalista Laura Gambacorta, da Spicchi d’Autore (progetto ideato da Vecchi Fornelli S.r.l. con Loredana D’Angelo e con la consulenza marketing di Giuseppe Gargiulo),la pizzeria gourmet di Napoli, di recente apertura di cui vi avevamo già parlato e che in brevissimo tempo ha saputo conquistare l’attenzione del pubblico napoletano e di apparire sulla guida alle pizzerie del Gambero Rosso.


Una scelta ben precisa, motivata dalla volontà di affiancare all’ottimo impasto (Farina di Tipo 1 e germe di grano del Mulino Vigevano “Oro di Macina”), realizzato dal giovane Mimmo Esposito, una serie di prodotti rigorosamente stagionali che verranno utilizzati come topping per le pizze.
Largo quindi al cavolfiore, alla castagna di Montella, ai funghi, alla zucca lunga di Napoli, per pizze come la Baccavolo, (con cavolfiore e baccalà vorvegese) e la Castagnina (con castagna di Montella e Carciofini sott’olio) e montanare come quella con Verza e acciuga. Ottima anche la nuova montanara classica ma con impasto alla farina multicereale.


Due novita anche nei “Fritti del Re” ideati dal monzù Gerardo Modugno, ovvero la frittella di Cavolfiore e il Porcino impanato con crema soubise che sostituiscono gli asparagi ed i peperoni.
Ed infine tre nuovissime torte del Maestro Sal De Riso (presente all’evento) ovvero la Torta con Arancia e Frutti di Bosco, la “Passione Cilentana” (con Biscotto alle noci e cacao e crema di fichi secchi del Cilento) e la mitica “Tortantò”: un fondo di biscotto al caffè con crema al caramello e bavarese.


Ulteriore novità sarà quella che partirà dal 19 novembre, ovvero il “Portafoglio Gourmet”, pizza “a portafoglio” take away che saranno farcite con ingredienti selezionati e stagionali.


L’ennesima conferma per Mimmo Esposito e per Spicchi D’Autore, quindi, che si dimostra una delle realtà più interessanti tra le pizzerie di Napoli.

Enrico Di Roberti