La pizza di Gianni Ostetrico è uno "Tsunami"!

Pizzeria “Il ritorno dello Tsunami”
via San Rocco 1a
Marigliano (NA)

Per una volta faccio uno strappo alla regola.
Recensisco una pizzeria da asporto…

Si perchè non è detto che per trovare una buona pizza ed un pizzaiolo con una buona mano si debba per forza “accomodarsi”.

Tanti pizzaioli oggi famosi hanno cominciato con una pizzeria da asporto per poi compiere il passaggio successivo, quello del locale con posti a sedere.

Uno di questi potrebbe essere Gianni Ostetrico, giovane pizzaiolo napoletano ( e sosia di Rocco Hunt, tra l’altro!) con una gavetta presso la pizzerie “Sorelle Bandiera” ai Tribunali ,”Gianni al Vesuvio” a Torre del Greco , da Mascolo a via Nazionale a Napoli ( adesso “Ieri, oggi e domani”) come vice dell’amico Enzo Bastelli , al Ghekale di Nola come responsabile della pizza fritta.

 Oggi Gianni ha scommesso su se stesso e ha deciso di ripartire da Marigliano, in un quartiere popolare, con una pizzeria da asporto.
Questo però non fa sì che Gianni si impegni di meno per offrire un prodotto con meno qualità rispetto ad una pizzeria tradizionale, anzi…. molti pizzaioli dovrebbero prenderlo ad esempio.

Pizza a lunga lievitazione ( e si vede che ha appreso alcuni “trucchi del mestiere da Enzo Bastelli), ingredienti di qualità e velocità di consegne. Tutto quello che serve per fare della pizzeria di Gianni un punto di riferimento per Marigliano e di lancio per il giovane pizzaiolo napoletano.

Qui alcune delle sue creazioni….. amici mariglianesi amanti della buona pizza…. non perdetevi la pizza di  Gianni Ostetrico…. non ve ne pentirete!

Pizza con crocchè e granella di patate

Pizza con crocchè e granella di patate

 


Margherita con bufala

Pancetta arrotolata, pomodorini gialli e provola

Siciliana con melanzane a funghetto
Annunci

Qualcosa DiMè: una serata tra pizza e cultura enogastronomica

Le pizze di Gianfranco Iervolino ed i pomodori “DiMè”: una accoppiata vincente

Quella organizzata alla Pizzeria “Morsi & Rimorsi” di Caserta il 7 novembre per presentare la linea di Pomodori “DiMè” della start -up “La Mia Terra”, è stata una serata che ha dimostrato, per l’ennesima volta, come la valorizzazione delle eccellenze enogastronomiche della nostra terra sia la scelta vincente per far prosperare la nostra economia ed il lavoro in Campania.

 “La Mia Terra” ha realizzato una linea di conserve di pomodoro, presentati dal fondatore Paolo Graziano,  che contengano tutte le cultivar più pregiate della campania, con i pomodori conservati in vasi di vetro, nel loro succo o in acqua e sale, senza alcuna aggiunta di conservanti.
Tale sistema di raccolta e conservazione, ha spiegato l’agronomo Luigi Cavaliere, permette uno sfruttamento naturale dei nostri suoli, per anni martoriati dall’uso di farmaci e sistemi di coltivazione e raccolta intensivi.
E la cultura del mangiare sano per vivere meglio è alla base della strategia di marketing della Crosshub Srl che ha curato la pubblicità della DiMè.

La serata, coordinata dalla giornalista Antonella D’Avanzo è stata impreziosita dalle pizze del maestro Gianfranco Iervolino che con la sua bravura e la solita classe, grazie ad una serie di margherite e marinare, o meglio “napoletane” diverse ha dimostrato la poliedricità d’uso dei pomodori DiMè.

Margherita con pomodoro di Corbara “Il Conte” 

Napoletana con pomodoro San Marzano a filetti “Il Re” ed alici

Margherita con pomodorini pregiati Dulcisio “Il Visconte” e provola

Napoletana con pomodoro giallo a pacchetelle  “Il Duca” ed olive nere

Assoluto di marinara con pomodoro nobile “Il Marchese” (con tripla concetrazione di licopene)
La serata si è conclusa con un assaggio di graffette farcite con la crema “Galamella” di Dario Meo ( responsabile della distribuzione della linea DiMè) e del panettone del pasticciere Aniello Di Caprio della scuola “Dolce e Salato” di Maddaloni.

Pizzeria Morsi & Rimorsi
Viale Dei Bersaglieri 14
Caserta

La Pizzeria Di Matteo compie 80 anni con un magnifico evento.

“80 VOGLIA DI PIZZA!”
La tradizione Di Matteo compie 80 anni


Nella smorfia napoletana 80 fa “ ’a vocca ”, la bocca, un numero più che perfetto se, per l’occasione, a tirarlo fuori dal “panariello” della tombola è la storica Pizzeria Di Matteo che in questo 2016 ha raggiunto le sue prime 80 primavere. La bocca rappresenta il racconto, quello che spesso le famiglie si tramandano di generazione in generazione fino, in alcuni casi, a tramutarlo in tradizione. E se a raccontare sono i Di Matteo allora davvero possiamo affermare che la loro storia assume la forma della tradizione che si è plasmata e definita tra le mani di chi, nel tempo, ha ereditato e poi trasmesso l’arte della buona pizza. E’ quindi aria di festa per la Pizzeria Di Matteo che il prossimo 27 Novembre alle ore 20.00 darà il via ad “80 Voglia di Pizza”, un evento celebrativo per commemorare e ricordare coloro i quali hanno negli anni aiutato a rendere celebre il nome di questo locale. A fare gli onori di casa sarà Salvatore Di Matteo, ultimo erede della tradizione familiare, che ai presenti farà degustare dall’antipasto al dolce “80 anni di specialità Di Matteo”. 
Special guest della serata la Stella Michelin Pasquale Palamaro, Chef del Ristorante Indaco ed Executive Chef dei ristoranti dell’Albergo della Regina Isabella di Ischia, che, per l’occasione, presenterà la sua creazione intitolata “Affogato napoletano”, una pizza fritta che sarà realizzata a quattro mani con Salvatore Di Matteo.
L’iniziativa è promossa dall’Associazione Terronian che, anche in questa circostanza, ha voluto porre l’accento sulle questioni sociali e solidali. Infatti parte del ricavato dell’evento verrà devoluto alla Protezione Civile per supportare le popolazioni colpite dal sisma del 24 Agosto e da quelli successivi del 26 e del 30 Ottobre. Altro promotore dell’evento è il marchio Eccellenze del Sud, realtà ormai imprescindibile dalla figura di Salvatore Di Matteo, che punta costantemente l’accento sull’importanza dell’utilizzo di prodotti di qualità per la realizzazione di un buon piatto e, in questo caso, di una buona pizza.
Moderatrice della serata sarà la giornalista enogastronomica Luciana Squadrilli, autrice del libro “La buona pizza” che ha visto la sua prima pubblicazione la scorsa estate.
Per comunicare in chiave del tutto moderna quest’evento che vuole raccontare la tradizione non si poteva che scegliere lo stile accattivante di Claudio Di Casolae Valeria Papi, i giovani food blogger che col loro EATammece“getteranno” direttamente nelle pietanze della serata anche coloro che distano da Napoli centinaia di chilometri!
Quindi alla Pizzeria Di Matteo non resta che agitare nuovamente il panariello per tirar fuori un bel 24… sì, proprio il numero della pizza, quella che da 80 anni tutti possono “gustare” al civico 94 di via Tribunali a Napoli.
Si ringraziano i partner  Le Farine Magiche, Molino Vigevano, Azienda agricola Punzo, Azienda vinicola Vigna Villae, La Fiammante, Ferrarelle, Pastificio De Cecco, Gruppo Nastro Azzurro-Birra Peroni, Bernardini Gastone e Cicoli Rocco per aver contribuito alla realizzazione dell’evento.

Posti limitati. La partecipazione è consentita solo previo prenotazione. Per info e prenotazioni: info@terronian.com

Parthenope, la nuova frittatina della pizzeria "Di Fiore dal 1987"

La pizze e “Parthenope”, la nuova frittatina della pizzeria “Di Fiore dal 1987”

Pizzeria “Di Fiore dal 1987”
Corso Vitt. Emanuele 161, Acerra, NA 80011
Telefono: 081 520 2715


Della Pizzeria Di Fiore ( già “Regina 2” ) ci eravamo già occupati tempo fa, sottolineando la bravura del pizzaiolo Pasquale Di Fiore ad unire lo stile classico della pizza napoletana con ingredienti di prima qualità.

Siamo ritornati di nuovo da Pasquale un po’ di tempo fa… e bisogna dire che alle spettacolari pizze di Pasquale – qui vi mostro una ottima margherita e una con speck e fiori di zucca – si sono affiancate delle fritture di primissimo livello, ad opera di Fabio Eustacchio.


Tra queste devo assolutamente segnalare la “Parthenophe” la frittatina ( dalla forma omaggiante al nostro Vesuvio) ripiena di parmigiana di melanzane e salsiccia sbriciolata…. una vera bomba di gusto che vale assolutamente la pena provare.



Per il resto il giudizio sulla pizza di Pasquale non cambia, pizza leggera, ben cotta in pieno stile napoletano, come tradizione vuole.

Se prima  quindi avevate un ottimo motivo per andare alla pizzeria “Di Fiore”…. beh, adesso ne avete due! 

Qualcosa DiMè: Gianfranco Iervolino interpreta con le sue pizze i nuovi sei pomodori del marchio DiMè


Qualcosa DiMé
7 Novembre 2016 ore 19 presso la Pizzeria Morsi & Rimorsi di Caserta
Lunedì 7 Novembre 2016, alle ore 19, il maestro pizzaiolo Gianfranco Iervolino interpreterà con le sue pizze, per la stampa e gli addetti al settore, i sei pomodori a marchio DiMé presso la pizzeria Morsi & Rimorsi di Caserta dei Fratelli Capece e di Gianfranco Iervolino. La degustazione si concluderà con un Bon Bon con la Galamella, la crema spalmabile senza olio di palma prodotta dall’azienda Trentaquattro di Dario Meo. Si ringraziano i fratelli Capece ed il maestro Gianfranco Iervolino per aver subito creduto fiduciosamente nel progetto e per aver offerto la propria ospitalità per l’evento.

Prima della degustazione, verrà presentata la start-up campana La Mia Terra S.r.l.
Il progetto DiMé nasce da un’idea di Paolo Graziano, titolare dell’azienda. Per ottenere dei buoni frutti bisogna partire da una buona terra. Tutti i prodotti sono coltivati in terreni assolutamente controllati e selezionati per le loro preziose caratteristiche in termini di integrità, posizione geografica e metodi di coltivazione totalmente biologici.
All’incontro interverranno:
Paolo Graziano, titolare dell’azienda
Luigi Cavaliere, esperto di pomodori
Lucio Iaccarino, Branding Specialist della società di consulenza Crosshub Srl
Gianfranco Iervolino, maestro pizzaiolo
Diego Mensitieri, Temporary Marketing Manager della società di consulenza CrossHub Srl
Partner della serata:
Ferrarelle

Cantine San Salvatore