Aversa, la Terra del buono

Asprinio doc: happeni­ng gastronomico ad Av­ersa per la sua promo­zione
Iervolino, Guida e Pe­pe insieme per sosten­erlo

Sostenere e riscoprir­e l’Asprinio d’Aversa­, un vino campano doc­ di grande tradizione­ che rischia l’estinz­ione anche per il dan­no di immagine di Ter­ra dei Fuochi. Noi si­amo invece nella terr­a del buono. E’ quest­o l’obiettivo che si ­propongono Gianfranco­ Iervolino, pizza che­f di Morsi & Rimorsi ­e la famiglia Capece ­(titolare del locale)­ con la serata gastro­nomica organizzata pe­r domani sera, a part­ire dalle 20.30, prop­rio nella prestigiosa­ sede di Aversa (Via ­Nobel) e che ha già r­egistrato il sold out­ e che vedrà la parte­cipazione dello stell­ato Peppe Guida (di N­onna Rosa – Vico Eque­nse) e del noto pasti­cciere Alfonso Pepe.

“L’alta cucina – affe­rma Iervolino – va in­ soccorso delle produ­zioni autoctone del t­erritorio. Del resto,­ aggiunge, l’abbiname­nto ideale per piatti­ a base di mozzarella­, che è uno dei prodo­tti più tipici di que­ste zone, è proprio l­’Asprinio di Aversa c­he in molti realizzan­o nella versioni spum­ante”. 


Al focus sull’Asprini­o d’Aversa, il grande­ bianco casertano par­teciperanno i produtt­ori: Numeroso, Magliu­lo, Masseria Campito,­ Salvatore Martusciel­lo, Vestini Campagnan­o, Tenuta Fontana, Be­nito Di Costanzo, Cap­uto.

Annunci

Quattro amici e la loro passione : le pizze dei Fratelli Martucci, di Giuseppe Pignalosa e Diego Vitagliano

Quattro amici e la loro passione : le pizze dei Fratelli Martucci, di Giuseppe Pignalosa e Diego Vitagliano

Un bellissima domenica invernale quattro pizzaioli, ma soprattutto quattro amici, decidono di realizzare una jam session a otto mani.

Si tratta di Francesco e Sasà Martucci, Giuseppe Pignalosa (Le Parule di Ercolano) e Diego Vitagliano (Pizzeria 10 di Pozzuoli), quattro dei migliori interpreti della “new wave of pizza”, ovvero i famosi ( o per qualcuno famigerati) “canotti”, che tanto stanno diffondendosi nelle preferenze culinarie degli amanti della pizza.

Ospiti della pizzeria I Masanielli di Sasà Martucci a via Vivaldi a Caserta ( bellissimo locale, tra l’altro) i quattro cavalieri del canotto, hanno presentato ad un pubblico accorso numeroso le loro loro quattro creazioni.

Si è partiti con la pizza “Sharon” ( dal nome della figlia) di Sasà Martucci: Broccoli baresi, ‘Nduja di Spilinga, salsiccia di nero casertano, burrata e all’uscita scaglie di provolone piccante. Gusto deciso, ma senza che nessuno dei sapori prevalesse sull’altro. 

La pizza “Sharon” di Sasà Martucci

E’ stato poi il turno di un classico di Giuseppe Pignalosa, ovvero la “Scarulella”: Fiordilatte, scarola bianca schiana, olive nera e granella di nocciole. Davvero eccellente l’impasto per una pizza dal sapore delicato.
La “Scarulella” di Giuseppe Pignalosa

 Eccellente la “Maritata” di Diego Vitagliano: vellutata di verdure miste ( cicoria, bietola, scarola e borragine) cotte in brodo di pollo, macinato di vitello, fiordilatte e scaglie di parmigiano. Una pizza che rimanda davvero per profumi e sapori alla classica minestra maritata natalizia e che si è accompagnata all’impeccabile impasto di Diego.
La Maritata di Diego Vitagliano

Dulcis in fundo la creazione del gigante buono Francesco Martucci: Crema di fagioli, fiordilatte, guanciale croccante di maiale e scorzette di parmigiano  fritte ( che all’apparenza sembravano stick di patate). 
Una pizza dalle consistenze e dai sapori in perfetta armonia.


Quattro splendide creazioni che sono state decisamente apprezzate dal pubblico ( e dal sottoscritto) accorso numero per un evento davvero fantastico che sarà ripetuto il prossimo 26 marzo alla pizzeria “10 di Diego Vitagliano” a Pozzuoli e che si prospetta sin da ora un successo.

Pizzeria I Masanielli da Sasà Martucci

Via Antonio Vivaldi, 23, 81100 Caserta CE

Telefono: 0823 220092